Se siete una PMI (micro, piccole e medie imprese), mettetevi comodi perché c’è una bellissima notizia per voi: il Ministero mette a disposizione fino a 10.000 euro di contributo statale per ogni impresa, per l’acquisto di hardware, software e servizi mirati a migliorare l’efficienza, modernizzare il lavoro, formare il personale, e dotarsi di infrastrutture di e-commerce e banda larga. Le domande vanno presentate entro il 9 febbraio.
I voucher sono un’agevolazione del Ministero dello sviluppo economico dedicata alle micro, piccole e medie imprese secondo la definizione europea, quindi aziende con meno di 250 dipendenti e fatturato annuo minore o uguale a 50 milioni di euro (o totale di bilancio minore o uguale a 43 milioni di euro). La dotazione totale a copertura è di 100 milioni di euro, divisi in quote regionali, e ogni impresa può ottenere un singolo voucher di importo massimo pari a 10.000 euro, che vanno a finanziare fino al 50% delle spese ammissibili per un progetto di digitalizzazione.
Gli interventi che rientrano nel contributo in questione: 

  • Software: Gestionali, Office Automation, CRM (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • Consulenze specialistiche per la digitalizzazione (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • E-Commerce (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • Hardware (PC, Laptop, Tablet, ecc.)
  • Cablaggio e infrastrutture per connettività a banda larga
  • Decoder e parabole per connettività satellitare
  • Formazione qualificata

Eh sì, è proprio il caso di dirlo: wow!!

Il Ministero ha specificato che tutte le domande pervenute nei 9 giorni di apertura del bando (dal 30 gennaio al 9 febbraio) saranno considerate come arrivate nello stesso momento, quindi arrivando prima non si acquisisce alcuna priorità. Tutte le domande saranno esaminate nel merito, e quelle ammissibili avranno accesso al voucher. Cosa succede se le domande accolte superano l’importo del finanziamento? Ebbene, se in una determinata regione gli importi ammessi superano la quota regionale del fondo per i voucher, si procederà alla ripartizione dei soldi disponibili fra tutti gli aventi diritto. Per ipotesi: se la Lombardia avesse a disposizione 15 milioni e accogliesse domande per 30 milioni, l’importo di ogni singolo voucher verrebbe dimezzato, e chi per esempio avesse presentato un progetto da 18.000 euro, invece di ricevere un voucher di 9.000 ne vedrebbe arrivare solo 4.500.

Una grandissima occasione da cogliere al volo. Contattaci, ti stiamo aspettando. 

SE STATE PENSANDO DI INSERIRE UN SOFTWARE GESTIONALE, CRM O UN E-COMMERCE, CONTATTETECI COMPILANDO QUESTO FORM

1 + 11 =

Se siete una PMI (micro, piccole e medie imprese), mettetevi comodi perché c’è una bellissima notizia per voi: il Ministero mette a disposizione fino a 10.000 euro di contributo statale per ogni impresa, per l’acquisto di hardware, software e servizi mirati a migliorare l’efficienza, modernizzare il lavoro, formare il personale, e dotarsi di infrastrutture di e-commerce e banda larga. Le domande vanno presentate entro il 9 febbraio.
I voucher sono un’agevolazione del Ministero dello sviluppo economico dedicata alle micro, piccole e medie imprese secondo la definizione europea, quindi aziende con meno di 250 dipendenti e fatturato annuo minore o uguale a 50 milioni di euro (o totale di bilancio minore o uguale a 43 milioni di euro). La dotazione totale a copertura è di 100 milioni di euro, divisi in quote regionali, e ogni impresa può ottenere un singolo voucher di importo massimo pari a 10.000 euro, che vanno a finanziare fino al 50% delle spese ammissibili per un progetto di digitalizzazione.
Gli interventi che rientrano nel contributo in questione: 

  • Software: Gestionali, Office Automation, CRM (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • Consulenze specialistiche per la digitalizzazione (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • E-Commerce (ti diamo direttamente noi supporto e preventivo)
  • Hardware (PC, Laptop, Tablet, ecc.)
  • Cablaggio e infrastrutture per connettività a banda larga
  • Decoder e parabole per connettività satellitare
  • Formazione qualificata

Eh sì, è proprio il caso di dirlo: wow!!

Il Ministero ha specificato che tutte le domande pervenute nei 9 giorni di apertura del bando (dal 30 gennaio al 9 febbraio) saranno considerate come arrivate nello stesso momento, quindi arrivando prima non si acquisisce alcuna priorità. Tutte le domande saranno esaminate nel merito, e quelle ammissibili avranno accesso al voucher. Cosa succede se le domande accolte superano l’importo del finanziamento? Ebbene, se in una determinata regione gli importi ammessi superano la quota regionale del fondo per i voucher, si procederà alla ripartizione dei soldi disponibili fra tutti gli aventi diritto. Per ipotesi: se la Lombardia avesse a disposizione 15 milioni e accogliesse domande per 30 milioni, l’importo di ogni singolo voucher verrebbe dimezzato, e chi per esempio avesse presentato un progetto da 18.000 euro, invece di ricevere un voucher di 9.000 ne vedrebbe arrivare solo 4.500.

Una grandissima occasione da cogliere al volo. Contattaci, ti stiamo aspettando. 

SE STATE PENSANDO DI INSERIRE UN SOFTWARE GESTIONALE, CRM O UN E-COMMERCE, CONTATTETECI COMPILANDO QUESTO FORM

6 + 8 =